domenica 17 maggio 2015

Le mie debolezze


Se dovessi spiegare come si è arrivati ad oggi a photoshop, ai selfie, a facebook, ai talent, al voler sembrare ciò che non siamo, al volersi sentire importanti a tutti i costi anche solo per 5 minuti, all'essere così distanti dalla vera realtà in cui viviamo tutti i giorni, forse non sarei la persona più adatta a farlo, anzi non lo sarei sicuramente. Il dato di fatto però al giorno d'oggi è che viviamo in una società fatta di apparenze, in cui, nella quasi totalità dei casi, la foto su instagram del piatto che stiamo per gustare conta molto più del sapore dello stesso.


Ed è proprio in questo momento storico in cui ciò che importa particolarmente è l'apparire in tutte le sue forme che propongo un post controcorrente che intitolo molto semplicemente:"Le mie debolezze". Perché nella mia testa, molto tarata, schematica e spesso mal funzionante, è molto più interessante un essere umano ricco di pregi e difetti in quanto tale, piuttosto che un profilo social in cui tutto ciò che si vede è filtrato saggiamente dal miracoloso schermo del nostro laptop.

Sia ben chiaro che io sono il primo ad usare i social (tutti), a guardare talent, a farmi i selfi e via discorrendo, ma ciò che ho sostenuto sempre nella mia vita è che non è importante quello che fai (anche se apparentemente omologato alla massa), ma come e perché lo fai. Che detto stretto stretto si traduce in:"Usa quel neurone che ti è rimasto in testa prima di condividere una notizia di Lercio pensando che sia vera!".

Ma sto divagando come al mio solito, e quindi "straight to the point" parto con la listazza. Le mie debolezze:
- Ho l'occhio lucido, si si proprio lucido che se tipo vedo uno random che piange è la fine.
- Mi incazzo, mi incazzo tipo sempre ma poi mi passa dopo 5 minuti netti.
- Ho ragione io, e non così tanto per dire, ho proprio sempre ragione io e se tu non sei d'accordo è perché ho ragione io e tu non lo vuoi ammettere.
- Credo di essere uno degli ascoltatori e consiglieri più bravi del pianeta terra ma sono altrettanto convinto di essere un pessimo "parlatore", in quanto penso sempre che la persona che mi ascolta possa avere problemi più grandi di quelli che gli sto raccontando, e sono un consigliere per me stesso ancor peggiore, se possibile.
- Permaloso? Chi ha detto permaloso? Ah ecco bravi, nessuno!
- Sono estremamente sincero, e questa non è una debolezza, o almeno lo è al 50%, ma il mio problema fondamentale è la modalità di informazione, mettiamola così: Se metti un rinoceronte in una vetreria molto probabilmente farà meno danni di me quando devo dire a qualcuno come stanno le cose realmente.
- Si dice in giro che esistano possibili sfumature di grigio tra il bianco e il nero, mah...a me sembra solo una legenda metropolitana, che io sappia il mondo è bianco o nero, niente di più. (stupido l'ingegnere che sono).
- Last but not least la debolezza del secolo, quando perdo la testa succede che tutta la mia razionalità, scienza, probabile intelligenza, schematicità, concretezza e ragionevolezza si impacchettano tutte insieme e si buttano dal balcone, lasciando spazio alla stupidità più dannosa e delirante che possiate immaginare.


Vabbè dai, penso di potermi fermare qui (anche perché Dawson sta per piangere) che è già abbastanza roba no?! Ovviamente ciò che state leggendo è in qualche modo volontariamente provocatorio, quindi faccio una cosa che non ho mai fatto prima sul mio blog, e cioè lancio la sfida ai miei lettori (quei pochi sopravvissuti) a fare un post sulle loro debolezze. Dai, ce la potete farcela!

E siccome oggi mi voglio rovinare proprio, lancio anche l'hashtag #lemiedebolezze.
Venghino siori venghino, e scrivino siori scrivino.

Andrea


ps. Il prossimo post lo faccio idiota, promesso!

14 commenti:

  1. Insomma, sei un bel tipetto! Dal permaloso al piagnucolone! :)
    Leggi il mio tweet, dude! ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto, followato e stellato! Com'è che non ti seguivo? Mah! :D

      Elimina
  2. Oh! Amico di occhio lucido! Che triste destino cia ccomuna!

    RispondiElimina
  3. Io piango per qualsiasi cosa.
    Qualsiasi.
    Sono assurda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè no dai, io non sto a quei livelli...credo! ahahhahahaha

      Elimina
  4. Hai creato un mostro.. tutti a debolizzarsi tra un po'.. io no, un post in bianco viene male.. ahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahaah però se lo fai hai vinto!

      Titolo: "Le mie debolezze!"
      Testo: " "

      XD

      Elimina
  5. una volta ero molto più "dura", ultimamente sono assai più mammola...
    sarà l'età?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sssshhhh...non si dice "mammola", si dice "saggia"!

      :)

      Elimina
  6. le debolezze sono preziose perchè sono il segno forte dell'autenticità ... le debolezze invece di combatterle andrebbero usate , cosi la nostra dignità è salva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, non posso che essere super d'accordo con te! :)

      Elimina
  7. Anche io invidio il tuo amico per rialzarmi ci vuole una gru o l'aci.

    RispondiElimina